Il cane in ufficio? Aumenta la produttività!

0
317

Secondo uno studio condotto dalla Virginia Commonwealth University, la presenza di cani in azienda incide positivamente sull’attività professionale, riducendo l’accumulo di stress e stanchezza nel corso della giornata lavorativa e migliorando il grado di soddisfazione sia nel proprietario che nei colleghi.

Moltissimi studi concordano nell’affermare che, chi possiede un animale domestico, tende ad avere minori problemi legati allo stress. Coloro che hanno la possibilità di portare il proprio animale domestico a lavoro sono più soddisfatti e più produttivi e persino i colleghi traggono beneficio da questa presenza.

5502_1

Durante lo studio i ricercatori hanno confrontato i dati psicofisici relativi a coloro che portano animali domestici in ufficio comparandoli con coloro che invece non ne hanno, valutandone diversi fattori tra i quali lo stress, la soddisfazione, l’impegno e il supporto organizzativo. Ciò che è emerso è che vi sono significative differenze di livelli di stress nei giorni in cui il cane era presente al lavoro e quelli in cui era assente.

Secondo le statistiche chi possiede un cane si sente meno solo, ha maggiore stima di se, fa più esercizio, è più estroverso e lavora meglio in gruppo.
Inoltre, per lo stesso principio della pet therapy, l‘animale facilita il rilassamento, scioglie i rapporti tra colleghi e fa stringere amicizie più facilmente.

61723

Un altro sondaggio condotto dal Mississippi State University College of Veterinary Medicine su un campione di 750 americani ha verificato che i dipendenti che operano in contesti pet-friendly hanno quasi il doppio delle probabilità di essere molto soddisfatti del loro lavoro rispetto a chi lavora in realtà che non ammettono animali domestici.

Ovviamente bisogna pensare anche al bene dell’animale e, affinché possa stare con noi 8 ore lavorative, deve essere socializzato, pulito e bisogna consentirgli di sgranchirsi le zampe ogni 2-3 ore.

Sui benefici positivi dell’avere il cane con sé al lavoro, però, tutto dipende anche dal tipo di mansione che svolgiamo. Se ci sono macchinari o sostanze pericolose in giro, il cane sarebbe messo in pericolo troppo facilmente e questo sarebbe controproducente, sia lavorativamente che per il benessere del cane.

Per tutti questi motivi dal 1996 è stata lanciato il “Take your dog to work day”, la giornata mondiale dei pet in ufficio che ricorre il 26 giugno e ormai nei paesi anglosassoni coinvolge 1 azienda su 5.

Portrait of young creative sitting at desk in front of personal computer while working at pet friendly workplace.

In italia i posti di lavoro in cui è consentito portare animali domestici sono ancora pochi anche se in aumento. In alcune realtà è consentito il petfriday in cui ai dipendenti è consentito portare il proprio amico a 4 zampe il venerdì, altre realtà come la sede di Google a Milano o Nintendo Italia o ancora Purina sono assolutamente aperte agli animali che gironzolano liberamente tra uffici e sale riunioni.

ADS