Squalo Megalodonte di 30 metri catturato nelle acque siciliane

0
9984

Catturato a largo dell’isola di Pantelleria uno squalo di enormi dimensioni. Si tratterebbe del famoso Megalodonte!

Un animale preistorico che abita le acque del Mediterraneo e di cui gli studiosi avevano notizia solo grazie ai numerosi ritrovamenti ossei recuperati dai fondali.  Secondo i più recenti studi questo tipo di animale dovrebbe essersi estinto circa 5000 anni fa, ma adesso la shockante scoperta.

1439464042_Megalodon_scale1-600x335

Quando i marinai hanno tirato su la strana creatura, sono rimasti allibiti: “Non potevo crederci” ci spiega Mario Morellini “Un pesce così grosso non l’ho mai visto in questi mari, la sua pinna saliva per 3 metri sopra l’acqua, anche se sembrava andare molto piano” . Il ricercatore Alvaro Parfioli, studioso italiano da tempo residente in America, spiega ai nostri microfoni: “Beh, siamo di fronte a qualcosa di importante.

Come potete vedere dalla foto, il gigantesco animale, lungo 30 metri e pesante almeno 5 tonnellate, è stato trasportato da un mezzo pesante usato per la costruzione di megastrutture. Nei prossimi giorni è atteso un team di studiosi francesi che coordinerà le ricerche con gli scienziati italiani.

Avvistamenti squali in sicilia nel 2016
Avvistamenti squali in Sicilia nel 2016

Molti i curiosi che si sono recati sul posto, e la foto sta già facendo il giro del web! Sicuramente non si conoscono bene i segreti che nasconde il mare, e lo squalo è probabilmente riemerso perché, troppo stanco, non è riuscito a vincere la corrente, ed è così morto.

Questa una delle grandi bufale che girano da qualche giorno sul web.

Il megalodonte è una creatura preistorica e, come tale estinta da migliaia di anni. Era nota per le dimensioni dei grandi denti fossili ritrovati (megalodon significa appunto grande dente) che fanno pensare ad un animale la cui lunghezza avrebbe potuto raggiungere i 18 metri per un peso di 50-60 tonnellate.

800px-MegalodonmaxresdefaultIl megalodon era un predatore diffuso in tutti gli oceani che è riuscito ad adattarsi a più climi, probabilmente preferiva le zone costiere, in cui era facile incontrare i grossi mammiferi marini di cui certamente si nutriva. Un essere senza dubbio affascinante che, però, non avremo mai occasione di vedere dal vivo.

ADS