Graham, l’uomo che resiste agli incidenti stradali

0
767

Meet Graham è un progetto che fa parte della campagna di prevenzione Toward Zero della Transport Accident Commission , l’obiettivo è quello di creare un essere umano con caratteristiche fisiche capaci di resistere agli urti e ai forti impatti causati dagli incidenti stradali.

Un team composte dall’artista Patricia Piccinini, con l’aiuto di Christian Kenfield un chirurgo traumatologo e David Logan un esperto di incidenti stradali hanno dato vita ad un umanoide dall’aspetto davvero bizzarro ma dalla struttura fisica quasi indistruttibile.

Graham

Sul sito meetgraham.com  è possibile fare un viaggio a 360 gradi nel corpo di Graham e scoprire quali sono le caratteristiche fisiche che lo rendono così forte e perché. Il percorso di esplorazione è concepito per far capire agli utenti quanto il corpo umano possa essere fragile e quanto sia importante proteggerlo.

Una testa enorme e senza collo, una cassa toracica rinforzata e dotata di air bag naturale, un’articolazione in più nelle gambe e uno strato interno di materiale elastico che attutisce i colpi al cranio, sono solo alcune delle caratteristiche che ha Graham e che gli permettono di resistere agli incidenti stradali.

TACC1157_Graham_Ribs

Sul sito della campagna non solo è possibile esaminare l’umanoide in dettaglio per scoprirne tutte le caratteristiche ma è anche possibile capire a quali traumi e sollecitazioni va incontro un “normale corpo umano” durante un incidente automobilistico.

“Si può sopravvivere correndo a piedi a tutta velocità contro un muro – spiega Joe Calafiore, presidente della Commissione -, ma se si parla di collisioni che coinvolgono veicoli le forze sono maggiori e le possibilità di sopravvivere molte di meno”.

patricia-piccinini-victoria-accident-commission

Un progetto ambizioso ed innovativo che sicuramente darà vita ad una campagna sulla sicurezza stradale che nessuno dimenticherà facilmente.

ADS