A 4 anni spedisce il suo progetto alla NASA che risponde così

0
392

Quattro anni e un sogno nel cassetto: diventare un astronauta. Il piccolo Idris invia una lettera alla NASA che, incredibilmente, gli risponde.

NASA

Diventare un astronauta della NASA e poter viaggiare nello spazio è il sogno di ogni bambino. Idris passa le sue giornate a disegnare razzi e navicelle spaziali con cui poter raggiungere pianeti lontani. 

Con l’aiuto del padre il bimbo, di soli 4 anni, ha voluto spedire una lettera alla NASA per chiedere di diventare astronauta:  “Cara Nasa, questo razzo è per te. Per favore, mandalo nello spazio. Posso avere una licenza da astronauta?”

Inaspettatamente, qualche settimana dopo, il bambino ha ricevuto una lettera della NASA firmata dall’ingegnere Kevin DeBruin.

“Questo lavoro è il primo passo per diventare un futuro astronauta che piloterà un razzo – si legge nella lettera -. Continua così! Lavorare con i veicoli spaziali è dura e richiede impegno e dedizione. Questo significa che devi frequentare la scuola con entusiasmo, cercando di dare sempre il massimo. Se lavorerai sodo adesso – continua l’ingegnere rivolgendosi al bambino -, gli sforzi futuri saranno più semplici e avrai a disposizione alternative bellissime. Continua a coltivare il tuo interesse, speriamo che in futuro tu possa contribuire a emozionati progetti della Nasa”.

Il messaggio ricevuto dall’ingegnere ha avuto un effetto positivo su Idris, che ora è più deciso che mai a diventare un esperto aerospaziale, studiando duramente sui banchi di scuola. La storia incredibile del piccolo è stata raccontata dal suo papà, che, orgoglioso dell’impresa di Idris, ha postato su Twitter la foto della lettera della NASA e del disegno del bambino.

 

Condividi

Aggiungi un commento!



Articolo precedenteNetflix lancia la marijuana dedicata alle serie TV
Prossimo articoloRyanair: grandi novità per gli studenti Erasmus
Solco il mare del web da quando ho memoria, lo faccio con una barchetta di carta dalle vele di zucchero. Mi nutro di notizie e storie curiose, le pesco ogni giorno quando muore il sole. Non ho fretta di raggiungere la terraferma, del resto perché fermarsi a guardare il sole che nasce quando puoi andargli incontro?

ADS