La pubblicità ispirata a Game of Thrones è un capolavoro!

0
348

La pubblicità ispirata alla famosissima scena di Game of Thrones in cui la regina Cercei Lannister completamente nuda viene costretta a compiere la “Walk of Shame”, sta letteralmente dilagando in rete. E’ un vero capolavoro.

picture_vk_septa_unella_

“Shame! – Shame! – Shame!” chi ha visto Game of Thrones sa quanto sia incredibile questa scena!

Thor Bjornsson (la Montagna) e Hannah Waddingham (Septa Unella) sono i protagonisti di questa pubblicità irriverente creata da SodaStream International, brand di acqua frizzante numero uno al mondo.

Nel video SodaStream promuove l’uso di acqua fresca del rubinetto per produrre acqua frizzante a casa anziché l’uso deplorevole di bottiglie monouso di plastica inquinanti che non fanno altro che contaminare il pianeta.

Il nuovo video Shame or Glory usa l’umorismo e la sorpresa per sfidare l’uso diffuso di bottiglie monouso di plastica, che stanno inquinando la Terra. Più di un miliardo di bottiglie per bevande sono utilizzate ogni giorno in tutto il mondo, la stragrande maggioranza di questa plastica finisce nelle nostre discariche, nei parchi e negli oceani. Questo è un crimine, per lo più incontrastato“, spiega Daniel Birnbaum, CEO di SodaStream. “[…] Milioni di persone stanno già utilizzando SodaStream facendo la loro parte per ridurre i rifiuti di plastica che stanno uccidendo gli oceani – per questo siamo il più grande brand di acqua frizzante al mondo – e speriamo che molti altri seguiranno il loro esempio. L’uso di bottiglie di plastica usa e getta è un’abitudine vergognosa che appartiene al passato“.

SodaStream-Shame-or-Glory-2016-Cover-2-640x243

Thor Bjornsson ha aggiunto: “L’acqua del rubinetto fresca e di alta qualità è la mia bevanda preferita. Uso SodaStream per creare acqua frizzante a casa da quando ero un bambino, e incoraggio tutti a fare lo stesso. Con SodaStream si può approfittare di questa straordinaria risorsa naturale, che ci dona la nostra Madre Terra, e fermare così l’uso deplorevole di inquinanti bottiglie di plastica“.

ADS